Stoccolma insolita in estate - cosa fare se già si conosce la città

Stoccolma insolita: se già conoscete il centro e volete approfittare per vedere cose nuove, potete dedicarvi alla natura con un giro in barca nell'arcipelago, un bel pic nic nei suoi tanti parchi o visitando il giardino della residenza estiva dei re.

Dopo aver visto più volte Stoccolma in inverno (ecco i due post che avevo scritto in merito), finalmente sono riuscita a visitarla anche in estate, con il caldo (relativo) e tante tante ore di luce: che meraviglia ragazzi! Se già mi era piaciuta tanto questa città in inverno, nonostante il freddo ed il buio, ora che l’ho vista in estate me ne sono proprio innamorata.

E’ davvero una città  dove è bello vivere: ha le comodità di una metropoli, l’efficienza tipica dei paesi del nord, e tanta tanta natura proprio intorno. E così, se vuoi, ti ritrovi in mezzo alla natura incontaminata facendo anche solo una passeggiata dietro casa o prendendo la barca e girando l’arcipelago circostante.

Noi siamo tornati a Stoccolma per andare a trovare i nostri amici Gianpaolo e Tanya, compagni di innumerevoli viaggi prima, e ora compagni di pannolini e poppate, avendo avuto anche loro da poco un bimbo, e grazie a loro abbiamo assaporato un lato della vita di Stoccolma che difficilmente avremmo potuto fare senza di loro.

Abbandonata l’idea di visitare nuovamente il centro cittadino, ormai conosciuto e noto, abbiamo visitato zone della città più lontane ma altrettanto belle ed affascinanti.

Il primo giorno quindi siamo andati a fare un bellissimo giro in barca nei dintorni della città: lo sapete che Stoccolma ha un arcipelago di oltre 30.000 isolette e scogli, un luogo stupendo e magico dove andare in barca a trascorrere una bella giornata di sole.

Prima di andare a prendere la barca, ci siamo fermati a Vaxholm, dove ho ritrovato le tipiche case del nord in legno che avevo trovato anche quando avevamo visitato Trosa, cittadina a un’ora di auto dalla capitale svedese.

Vaxholm

Vaxholm

Dopo un breve giro per la cittadina, che è davvero piccolina, ci siamo fermati per il pranzo a Vaxholms Hembygdsgårds Café in un Cafe stupendo li che dava sulla baia, che consiglio a  tutti, sia per la posizione stupenda, sia per il cibo e soprattutto i dolci: nella sala principale c’è un tavolo enorme interamente coperto di dolci tipici svedesi, bellissimi da vedere e buonissimi da mangiare!

Noi abbiamo preso 4 piatti freddi e abbiamo speso sui 70€ in totale (dolci esclusi che abbiamo preso successivamente).

Pur essendo andati di venerdì, era comunque pieno di gente e abbiamo dovuto fare un po’ di fila… immagino che nel week end sia davvero un delirio, quindi se potete andateci durante la settimana!

Vaxholms Hembygdsgårds Café

Vaxholms Hembygdsgårds Café

Vaxholms Hembygdsgårds Café

Vaxholms Hembygdsgårds Café – i bellissimi dolci svedesi

Dopo aver pranzato in questo posto cosi magico, siamo andati al porto dove abbiamo preso la barca di Giampaolo e abbiamo fatto un bellissimo giro nel pomeriggio nella baia e nell’arcipelago…. E’ davvero bello passare un pomeriggio in barca, il mare è calmissimo e i paesaggi stupendi, oltre alle super ville che sono nella baia e che uno sogna di passarci una notte a bocca aperta! Eravamo partiti con i migliori propositi per fare un bagno nel mar Baltico, portandoci dietro costume e telo mare, ma la temperatura era davvero proibitiva: 17° l’acqua… e quindi unicamente Gianpaolo è stato cosi temerario da tuffarsi! La cosa assurda però è che ovunque ti giravi vedevi barche con bambini e adulti che facevano tranquillamente il bagno senza colpo ferire…. non capisco se sono gli svedesi degli highlinder o siamo noi italiani ormai rammolliti dalla temperatura dell’Adriatico!

la baia in barca

la baia in barca

Il giorno dopo, complice sia il bel tempo che il compleanno di Tanya, abbiamo fatto quello che agli svedesi viene meglio in

estate… ovvero fare i pic-nic con gli amici e stare all’aperto!

E’ stato davvero bello trovarsi con altre persone, ognuno con la propria coperta, e passare un bel pomeriggio assieme, con anche un piccolo bbq portatile su cui hanno cucinato salsicce, hot dog e funghi!

Ora capisco perché in estate loro stanno molto più all’aperto di noi…. fa caldo ma si sta bene perché non sono le temperature torride che ci sono da noi, quindi si riesce a passare una bella giornata al parco senza morire di caldo!

La domenica invece è finita l’estate, e con il cielo grigio, la pioggerellina e la giacca antivento, abbiamo deciso di andare a visitare Drottningholm, la residenza estiva dei reali svedesi.

Alla fine arrivando li il meteo è leggermente migliorato quindi non siamo entrati dentro il castello ma abbiamo fatto un bel giro del parco del castello, che mi ha ricordato in piccolo i giardini della reggia di Versailles. Appena scesi dal pullman abbiamo subito avuto una splendida vista del palazzo che si affaccia sulle sponde del lago Mälaren, e poi abbiamo passeggiato nei giardini del parco.

Prima di entrare, ci siamo fermati al cafe che si trova li all’ingresso, dove abbiamo pranzato. ho preso il piatto tipico svedese: polpettine con purè e marmellata di frutti di bosco…. buonissima, davvero strepitosa!

il castello di Drottningholm

il castello di Drottningholm

il castello di Drottningholm

l’ultimo giorno abbiamo fatto uan bella passeggiata vicino al quartiere di Gianpaolo e Tanya, andando a vedere il porto e poi pranzando in un cafe sul mare dove fanno anche scuola di vela.

Che dire, questi 5 giorni a Stoccolma sono satti bellissimi, la città conferma di essere davvero bella e scoprirla in compagnia degli amici è sempre un qualcosa in più.

Confermo inoltre il pensiero che avevo sulla loro predisposizione ai bambini: parchi giochi bellissimi ovunque, dove tra l’altro si trovavano anche giochi come macchinine, camion etc etc lasciati tranquillamente li incustoditi (qui sarebbero già spariti dopo neanche un’ora…), fasciatoi nei ristoranti, e non solo nei bagni delle donne ma anche in quello dei maschi….. insomma tante piccole cose che fanno capire perchè li il welfare funziona e qui no….

Spero di tornarci presto, perchè Stoccolma mi è davvero entrata nel cuore.


seguici-su-facebook

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.