Croazia - Visita al Parco Naturale dei Laghi di Plitvice

Se state programmando le vostre vacanze estive in Croazia e pensate di raggiungerla in macchina, non potete non fermarvi per almeno due giorni al Parco Naturale dei Laghi di Plitvice per una visita a questo posto stupendo.

Visita al Parco Naturale dei Laghi di Plitvice: uno dei parchi più famosi di tutta Europa e di un’incredibile bellezza, tanto più che dal 1979 fa parte del Patrimonio dell’Unesco.

visita Plitvice

Parco Naturale dei Laghi di Plitvice

Nel nostro viaggio estivo sui mari della Croazia, non potevamo non fermarci a visitare i tanto famosi laghi di Plitvice, prima di proseguire verso le coste a sud del paese.

Il parco merita almeno un giorno e mezzo/due di visita: è possibile visitare il parco a piedi passeggiando tra i vari sentieri, tutti ben segnalati, e proprio per questa possibilità di fare molte escursioni diverse bisogna secondo me passarci due giorni.

La particolarità di questo parco è costituita dai laghi: 16 laghi alimentati da 2 grandi fiumi, il Fiume Bianco e il Fiume Nero, che attraverso sorgenti sotterranee e collegati tra loro da piccole e grandi cascate, confluiscono nel fiume Korana.

Il parco è diviso in due zone: la parte alta e la parte bassa: tutte queste zone sono raggiungibili a piedi ma si possono anche utilizzare i trenini e le barche del parco.

Iniziando dalla parte alta del parco, vi consiglio di salire fino in alto con il bus/trenino (si prende al punto St2, vicino all’entrance 2 della mappa) in modo poi da iniziare la passeggiata dal punto più alto (ti porta fino al St3) e scendere poi a piedi (vi evitate cosi una bella salita a piedi!).

Dal punto più alto si inizia a scendere lungo delle belle passerelle in legno che in circa 4 ore riporteranno al punto di partenza da dove poi si può prendere la barca per la parte bassa (la barca si prende al punto P2).

Il cammino è spettacolare , immersi nella natura si scende costeggiando decine di cascate e laghetti con un’acqua che stupisce per la sua trasparenza ed i suoi colori che sembrano davvero verde smeraldo. Si cammina in questo meraviglia scattando centinaia di foto fino a giungere alla seconda parte del parco (P2) dove vari traghetti caricano i turisti per attraversare il più grande dei laghi del parco, il Jezero Kozjak, e dopo 10 minuti di navigazione si arriva in un’area attrezzata con bar ristoranti e altro (il punto P3).

In quest’area di ristoro, se vi capita il maiale arrosto che cuoce sul fuoco dalla mattina, ve lo consiglio!

Dal punto P3 poi si parte per esplorare la parte bassa del parco, che sarebbe la parte più a destra della mappa. Il percorso è meno selvaggio della parte alta ma i laghi sono più grandi e il colore dell’acqua è indimenticabile.

Noi abbiamo dedicato alla parte a sinistra il primo giorno, e alla parte destra della pianta (con i percorsi che partono dal P3) il secondo giorno, proprio perchè volevamo prendercela con calma e ammirare tutto il panorama che ci circondava.

visita Plitvice

Parco Naturale dei Laghi di Plitvice

visita Plitvice

Parco Naturale dei Laghi di Plitvice

Informazioni utili:

Parco Naturale dei Laghi di Plitvice - mappa del parco

Parco Naturale dei Laghi di Plitvice – mappa del parco

Sito web del parco: www.np-plitvicka-jezera.hr/it/

L’ingresso è abbastanza caro per essere in Croazia, viene 250 kune al giorno (circa 33 euro) ma sono soldi ben spesi! Fino a pochi anni fa il biglietto era molto più economico, ma ne vale comunque la pena.

Nel prezzo di biglietto è incluso l’utilizzo del traghetto elettrico sul lago di Kozjak e del trenino panoramico all’interno del programma che avete scelto per fare la visita panoramica. Sia il traghetto che il trenino hanno una frequenza bioraria ogni mezzora. Per ogni biglietto potete utilizzare il trenino e la barca solo una volta.

Un modo per pagare meno è comprare il biglietto solo per un giorno e utilizzarlo per andare solo sulla parte alta del parco, utilizzando sia il trenino che il battello, mentre il giorno dopo si può arrivare in auto vicino alla parte bassa dove ci sono i ristoranti (vicino al P3 della piantina), e da li fare le camminate nella parte bassa senza biglietto (necessario solo se si prende la barca). Noi abbiamo fatto così!

All’ingresso inoltre è possibile acquistare (a circa 20 kune) una mappa dei percorsi dove sono segnalate le aree di sosta, tutti i percorsi con le distanze da percorrere, i laghi da visitare e gli attracchi da cui partire per le gite in battello.

Secondo me è abbastanza inutile perché ci sono sparse le varie mappe, ma vedete voi!

Ingressi al Parco:

Ci sono due ingressi al parco dei laghi di Plitvice.

L’ingresso 1 è il punto di partenza per i programmi A, B, C, G2 e K (il quale è il percorso più lungo).

  • A (2 – 3 ore) Comprende soltanto il giro a piedi attraverso la parte meridionale del parco nazionale
  • B (3 -4 ore) Comprende la parte meridionale del parco nazionale inclusa la navigazione sul lago Kozjak
  • C (4 – 6 ore) Giro a piedi, giro in autobus fino alle parti superiori del parco nazionale e navigazione sul lago Kozjak
  • K (6 – 8 ore) Giro a piedi di tutto il parco nazionale
  • G2 (3 – 4 ore) Giro a piedi, navigazione e giro in autobus; comprende parte meridionale e centrale del parco nazionale

L’ingresso 2 è il punto di partenza per i programmi E, H, F, G1, e K.

  • E (2 – 3 ore) Comprende soltanto il giro a piedi attraverso le parti superiori del parco nazionale
  • F (3 – 4 ore) Giro come nel programma B, ma si parte dal differente punto di partenza
  • H (4 – 6 ore) Giro come nel programma C, ma si parte dal differente punto di partenza
  • K (6 – 8 ore) Giro a piedi di tutto il parco nazionale
  • G1 (3 – 4 ore) Giro a piedi, navigazione e giro in autobus; comprende parte superiore e centrale del parco nazionale

Come arrivare a Plitvice:

Si può arrivare direttamente dall’Italia, in circa 6-7 ore da Milano: noi siamo partiti intorno alle 3-4 di notte e siamo arrivati intorno all’ora di pranzo.

In Slovenia studiate bene le strade per passare cosi dalla statale  non dall’autostrada: eviterete in questo modo di dover comprare la vignetta settimanale per utilizzare l’autostrada slovena.

In ultimo, per cenare, evitate i ristoranti intorno ai laghi di Plitvice (pochi, turistici e cari), ma compratevi le cose lì al supermercato e cucinatevi a casa, mooolto meglio! Noi la prima sera siamo stati in un ristorante intorno al parco (non ce ne sono tanti, la scelta è molto limitata), e non abbiamo mangiato molto bene, quindi la sera dopo abbiamo deciso di cenare a casa cucinando noi!

Inoltre la carne è buonissima, dovete comprare e cucinarvi

dormire Plitvice

la nostra casetta

assolutamente i cevapi, delle salsicce tipiche della zona speziate, e bere una marea di radler, la birra locale al limone!

Per dormire, noi siamo stati nello chalet di legno stupendo che vedete nella foto: una fiaba: tutto di legno e minuscolo, ci è piaciuto tantissimo! A questo link potete prenotarlo anche voi.

Quindi se state per organizzare un viaggio in Croazia, fidatevi di me e levate un paio di giorni al mare per visitare questo Parco Naturale dei laghi di Plitvice, non ve ne pentirete!


seguici-su-facebook

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

LUBJIANA TRIESTE SLOVENIA

  1. LORETTA says:

    ciao Eleonora , anche noi abbiamo visitato i laghi di Plitvice seguendo i tuoi consigli risultati molto utili .Solo una cosa non ci è riuscita , visitare la parte bassa gratuitamente non avendo la possibilita di recarci in macchina al P3 e dalle entrate principali bisogna pagare anche se non si voleva usufruire del trenino e del battello . Il costo adesso è per un giorno 250 kune , per due giorni 400 kune , mentre se si entra dalle 16 in poi si paga 150 kune .Ti saluto augurandoti di continuare nei tuoi viaggi e di condividerli con tutti noi . Un abbraccio LORETTA

    • ciao Loretta, grazie mille per le precisazioni sulla situazione attuale sia dei biglietti di ingresso che di accesso! Noi eravamo riusciti ad andare al P3 agevolmente in auto perche alloggiavamo in una casetta li vicino. Voi non avevate l’automobile? o ora non si può piu accedere al p3 in auto?

  2. Giusy feroldi says:

    Buongiorno vorrei portare mia madre a maggio o ottobre 2019 ha 80 in gamba ma ha 80 anni. Vorrei faglieli vedere bene e comodamente vista l’età magari con volo anziché auto magari noleggiando la. Sapete darmi indicazioni su come fare e relativi costi? Grazie mille

    • Buongiorno, non so se posso esserle utile con più informazioni. ho dato un occio e l’aeroporto più vicino si trova a Zagabria che dista 130 km dal parco. Altrimenti potrebbe raggiungere Trieste e visitare questa bellissima città e poi affittare da li un’auto per andare ai parchi che distano circa 220 km. Il parco ha molte passerelle pedonali e utilizzabili in caso anche da carrozzine, sebbene una parte di esso sia composta da scalini e salite. Spero che possa realizzare il sonno di portarci sua madre!

  3. Criki67 says:

    Informazioni davvero utili x il percorso. Faccio però presente che l’entrata ora costa ben 250 kune che corrispondono a circa 33 euro. Troppi per andarci di agosto quando fai fatica a camminare da tanta gente che c’è e non ti godi le cascate ed i laghi

  4. Grazie per tutte le preziose informazioni,
    riguardo al percorso non a pagamento nella parte bassa mi potrebbe dare delle indicazioni aggiuntive?

    • Buongiorno Anna, scusami per il ritardo nella risposta ma ero via e con poco accesso ad internet! il percorso che è possibile fare senza il biglietto come ho scritto nel post è quello della parte bassa: da li partono una serie di passeggiate senza controlli.

  5. Alessandro says:

    Ottimi consigli con una certa imprecisione culinaria: le piccole salsicce si chiamano ćevapčići e la Radler è austriaca.

    • Ciao Alessandro, grazie per la precisazione! mi ricordo ancora la bontà dei ćevapčići, spero di trovarli anche a Milano prima o poi!
      In merito alla Radler, pensavo fosse una cosa tipica locale perchè quando siamo stati lì, la Radler ancora non era arrivata in Italia e non la conoscevo! 🙂

  6. Giovanna Vallero says:

    Grazie mille ragazzi per i vostri preziosi consigli. Oggi siamo stati a Plitvice e abbiamo seguito il vostro percorso consigliato. Una meraviglia ai nostri occhi. Grazie Giovanna e Giovanni. Provincia di Torino..

  7. silvana says:

    grazie per le vostre informazioni.sono le piu esaurienti a livello fai da te che ho trovato. spero di vedere tanto. silvana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.