Milano con gli occhi di Rita: il quartiere Brera, perla dall’antico sentire bohemienne

Dopo averci parlato di Torino, sua città natale, Rita ci porta alla scoperta del quartiere Brera a Milano, luogo a cui è particolarmente legata.

Ho vissuto circa due anni per Milano, tra i ricordi più belli annovero una sera in Brera, un artista che suonava per la strada buia e una cartomante seduta per terra, parlo ormai di qualche anno fa, le sensazioni sono vivide legate ad un sogno, più vibratamente ricordo una mattina a far colazione davanti al Teatro Fossati in Corso Garibaldi, respirare l’aria di quella piccola via, ricca di fasto e fascino, mi aveva avvolto una sensazione di armonia con il luogo, indossavo un turbante beige con fiorellini a macchie di un rosso mattone e gustavo un cappuccino formidabile.

Suggerisco allora di vivere intensamente la zona Brera di Milano perché è una perla dall’antico sentire bohemienne.

brera (1)

percorsi d'arte funeraria

percorsi d’arte funeraria

Un viaggio temporale a ritroso è possibile grazie a Valeria, guida internazionale, che potrete contattare alla pagina Percorsi d’ARTE Funeraria di Valeria, sarà possibile scoprire la storia di antiche dimore coi loro fantasmi fino ai segreti sordidi del quartiere, passando nelle strade come su un calesse nero.

Riscoprendo la vera anima del luogo, vi consiglio di cenare poco lontano, vicino a Piazza Mirabella, troverete il Fishbar De Milan, il design del locale è internazionale, di tendenza, all’interno il personale veloce e cortese, offre informazioni sulle numerose ricette di pesce, pietanze dall’aspetto sempre originale.

hotel ritter

Hotel Ritter

Per la sera vi consiglio di rilassarvi scegliendo una camera nell’Hotel Ritter di Brera, chiedendo una stanza con la vasca e la colazione in camera per la mattina.

Troverete l’hotel all’interno di una piccola galleria con un’ampia vetrata che mostra la hall.

Per l’indomani… ci risentiamo presto!

 

….to be continued

 

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

TORINO MILANO NAVIGLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.