Visita alle isole Lofoten - Crociera in Norvegia

Visita alle isole Lofoten - Crociera in Norvegia “Giornate del genere alle Lofoten credetemi sono impossibili da trovare” Cosi esordisce la nostra guida appena mettiamo piede sulle isole Lofoten, arcipelago al di sopra del circolo polare artico, con un sole bellissimo ed un cielo azzurro che ci accolgono.

Racconto della nostra visita alle isole Lofoten, durante la nostra Crociera in Norvegia tra i fiordi fino a Capo Nord.

Appena svegliata la mattina, mi sono affacciata al balcone della nostra cabina della nave, aspettandomi come minimo pioggerellina e nebbia all’orizzonte: ed invece, un sole bellissimo e un cielo limpido ed azzurro, di quelli che non vedi quasi mai neanche a Milano, mi stavano dando il buongiorno.

La Norvegia questo giorno (e non solo questo, lo leggerete nei post futuri) ha deciso di graziarci e di regalarci questi panorami in tutto il loro splendore.Visita isole Lofoten Crociera in Norvegia

Viste dal mare le isole Lofoten offrono un panorama mozzafiato: 190 km di montagne che cadono a strapiombo nel mare.

La nave si ferma a largo della costa e con delle lance giungiamo in questo arcipelago di isole.

Sapevate che nessuno sa di quante isole è formato questo arcipelago? Sembra che ci sia incertezza sul conteggio o meno degli scogli come isole, e di conseguenza il numero di isole che compongono l’arcipelago è avvolto nel mistero. Comunque, ci sono 5 isole principali, 25.000 abitanti e ben 48.000 pecore (quasi 2 pecore ogni abitante!).

Iniziamo il nostro giro sulle isole passando per il paesino di Napp, 130 abitanti, la cui caratteristica è il porto molto calmo che d’inverno dà rifugio a molte barche.

La nostra prima tappa è il paese di Nusfjord, il villaggio di pescatori più antico e meglio conservato di Norvegia; patrimonio dell’Unesco, tutte le sue costruzioni sono rigorosamente in legno ed originali del XVIII secolo.

Visita isole Lofoten Crociera in Norvegia

Nusfjord

Esisteva un codice preciso di colori per le costruzioni delle abitazioni in Norvegia:

– Giallo: presente nelle case della media borghesia, ottenuto con l’ocra.

– Rosso: era utilizzato per le case delle persone più povere del villaggio, visto anche la facilità di reperimento della “vernice” (sangue di animale unito a olio di fegato di merluzzo).

– Bianco: era caratteristico delle case della gente più ricca del villaggio, visto che per ottenere la vernice si necessitava dello zinco.

A Nusfjord, un vero e proprio museo a cielo aperto, è anche possibile soggiornare nei caratteristici rorbu, le palafitte rosse dei pescatori.

Questo codice di colori è stato preservato ed è anche facile così notare come le case erano quelle dei padroni, o dei pescatori.

Tra l’altro questi tre colori si ritrovano in tutte le casine che abbiamo trovato nel nostro viaggio nei fiordi.

Proseguiamo dopo pranzo il nostro giro dell’isola, ammirando le molte aree selvagge presenti.

Visita isole Lofoten Crociera in NorvegiaLe Lofoten sono una delle poche aree selvagge che ancora esistono in Europa: per determinare se un’area è selvaggia o no, basta piantare un palo e vedere se nel raggio di 5 km esiste un qualche artefatto umano oppure no. E vi assicuro che di artefatti umani in questi posti non ce ne sono molti!!!
In questo paese inoltre, sulla strada che va verso Vestvågøy, da una certa angolazione, si scorge sulla montagna la sagoma di un Troll: leggenda vuole che un troll, innamorato follemente di una fanciulla di Ramberg, cercò di conquistarla prendendo sembianze umane. Rifiutato in malo modo, il giorno seguente tornò di nuovo e la chiese in sposa, facendosi vedere per quello che era. Anche questa volta la fanciulla lo cacciò. Triste e col cuore spezzato, tornò verso la montagna dove su una roccia si mise a piangere, col volto rivolto verso la casa della fanciulla. Un raggio di sole dell’alba che stava arrivando lo colpì e lo rese pietra. Le rocce che cadono giù sono le sue lacrime, e per questo viene chiamato il troll piangente di Ramberg. Dopo pranzo, riprendiamo il pullman e passiamo per il villaggio di Ramberg, famoso per la bellissima spiaggia di sabbia finissima che sembra una spiaggia brasiliana.. non a caso viene chiamata Copacaramberg!!

le impalcature di legno dove appendono gli stoccafissi a seccare

Proseguendo sulla strada notiamo  continue impalcature di legno, sulle quali fino a giugno vengono appesi i merluzzi ad essiccare (che poi diventeranno stoccafissi). L’economia di queste isole infatti si basa quasi esclusivamente sulla pesca dei merluzzi e sul commercio di stoccafissi… addirittura il 95% degli stoccafissi prodotti sulle Lofoten arriva nel mercato italiano!!
Ripreso il bus abbiamo fatto una sosta a Reine, per ammirare il panorama del villaggio che è stato decretato dal NY Times come il più bello al mondo.

La guida ci ha detto che i fotografi del NY Times sono dovuti rimanere a Reine per ben 57 giorni in attesa di una giornata di sole come questa che abbiamo trovato noi!

Visita isole Lofoten Crociera in Norvegia

il paesino di Reine

Proseguiamo il nostro giro delle isole attraversando posti incantevoli, per arrivare in fondo alla strada di King Olav, la E10, nell’ultimo paese delle isole Lofoten, Å, il paese con il nome più corto al mondo (tra l’altro il cartello del paese ci hanno riferito che è anche il più rubato, almeno una volta al mese lo devono rimettere) e patria dello stoccafisso. Qui visitiamo il museo dello stoccafisso e facciamo un giro per il piccolo villaggio, rimasto come nel 1840. Il paesino è carino, ma nulla di speciale comunque rispetto a Nusfjord.

Che dire di questi posti? A me sono rimasti nel cuore, e leggendo qua e là vedo che molti la pensano come me: il National Geographic Traveler ha classificate le isole Lofoten al terzo posto tra le isole più incantevoli al mondo, mentre il NY Times ha definito il paesaggio del paesino di Reine come il più suggestivo al mondo.

Insomma, questa nostra visita alle Lofoten ha meritato davvero tanto!

L’ultimissima tappa dell’escursione è stata ad una statua simbolo delle isole Lofoten: ha sopra di lei 3 uccelli che rappresentano l’aquila di mare, il gabbiano ed il cormorano, mentre sotto di essa 4 pesci che indicano la ricchezza ittica delle Lofoten.


seguici-su-facebook

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

CROCIERA NORVEGIA ANDALSNES CAPO NORD

    • ciao Angelina, non ricordo esattamente il costo dell’escursione perche si tratta di oltre 5 anni fa. Però di sicuro non erano molto economiche 🙂
      Comunque se cerchi nelle varie compagnie di crociera, ci sono le vaie escursioni con relativi prezzi esposti.
      a presto, ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.