Grand Canyon National Park - USA

Situato nella parte settentrionale dell’Arizona, il Grand Canyon National Park è uno dei luoghi simbolo degli Stati Uniti: è una delle 7 meraviglie del mondo, uno dei fenomeni geologici più incredibili che è possibile vedere e immaginare.

Grand Canyon

Grand Canyon Ingresso del parco

La terza grande tappa del nostro viaggio è stata il parco del Grand Canyon.

Dopo aver visitato San Francisco e poi lo Yosemite National Park, eccoci in uno dei luoghi più noti e rappresentativi di tutti gli Stati Uniti, il Grand Canyon.

Situato nella parte settentrionale dell’Arizona, il Grand Canyon National Park è uno dei luoghi simbolo degli Stati Uniti; quando si pensa ai parchi, inevitabilmente il pensiero vola da queste parti: è una delle 7 meraviglie del mondo, uno dei fenomeni geologici più incredibili che è possibile vedere e immaginare. Si resta sbalorditi ad osservare dai vari viewpoint quello che la natura è in grado di creare; si osserva il fiume Colorado così lontano e si pensa come diavolo abbia fatto a scavare per milioni di anni queste rocce apparentemente infrangibili.

Il parco è diviso in due versanti, detti Rim: il South Rim, la parte più turistica e dove siamo stati noi, e il North Rim.

North Rim e South Rim sono apparentemente vicini, uno di fronte all’altro, separati solo dal canyon, largo attorno ai 30 km, ma è quasi impossibile visitarli entrambi, a meno di avere parecchi giorni a  disposizione. Per raggiungere infatti il North Rim in macchina partendo dal South Rim bisogna percorrere più di 400 km!

Grand Canyon

Grand Canyon

Arrivati all’ingresso Sud del parco attraverso Tusayan, paghiamo i 25$ di ingresso e tentiamo di raggiungere il villaggio centrale ed il Maswik Lodge dove abbiamo prenotato (anche qua come per lo Yosemite abbiamo deciso di dormire dentro il parco, anche se è più costoso). La camera del Maswik Lodge è spaziosa, con 2 queen size beds e un bagno molto grande. Non ha l’aria condizionata ma il ventilatore, ma non risulterà essere un problema visto che di notte fa anche qui molto freddo (il south rim si trova a 2100 metri di altitudine!!)!

Risulta alquanto difficoltoso trovare dove andare, ci sono pochi cartelli e i posti non sono segnalati cosi bene come invece lo erano nello Yosemite.

Il Gran Canyon si presenta enorme, molto più grande di quanto me lo aspettavo.grand canyon

Nel pomeriggio in attesa di andare in camera ne percorriamo un bel pezzo a piedi fino al Mather Point, e poi per tornare prendiamo uno degli shuttle messi a disposizione.

Il parco fornisce infatti l’accesso gratuito a degli shuttle bus che percorrono il South Rim con alcune fermate stabilite, ed è possibile utilizzarli e salire e scendere a piacimento alle varie fermate. i percorsi dei bus sono 2, uno rosso che va a ovest del villaggio, e uno blu che invece va nella parte est.

grand Canyon mappa parco

grand Canyon mappa parco

Grand Canyon

Grand Canyon – la natura ai nostri piedi!

Al tramonto prendiamo la navetta e andiamo verso Hopi Point, un punto panoramico a ovest a vedere il sole calare. Il posto deve essere molto famoso per il tramonto perché molte persone come noi hanno avuto la stessa idea. Rimaniamo li per più di un’ora e mentre aspettiamo il sole scendere lentamente, io continuo a scrivere i miei racconti di viaggio e Fulvio a fare foto al panorama. 

Il tramonto arriva velocemente, e non appena cala il sole, la temperatura cala vertiginosamente e inizia a fare freddo!

grand canyonDopo il tramonto riprendiamo lentamente la navetta per tornare verso il villaggio dove mangeremo per cena il peggiore hamburger della nostra vita!

Dopo cena decidiamo di ritornare sul rim per vedere  le stelle, ma purtroppo non c’è la luna ed è buio pesto, oltre che freddissimo!

La mattina dopo ci svegliamo e partiamo alla volta del lato ovest del rim. Arriviamo a piedi al Bright Angel Point e da qui partiamo alla volta del West Rim, alternando tratti a piedi con tratti fatti con la navetta fino ad arrivare a Hermits Rest.

grand canyonI tratti a piedi che percorriamo sono davvero spettacolari, con sentieri che si estendono sul bordo del canyon. Ci fermiamo di volta in volta nei punti panoramici e devo dire che questa parte è assai più bella di quella vista ieri. Su tutti Pima Point, dove abbiamo un´eccellente visione del Colorado River, anche se un po’ ci ha deluso per il suo colore marrone, e Hopi Point (il punto panoramico del tramonto della sera prima) che forse ci da la visione più bella di tutto il Canyon.

La sera andiamo a vedere il tramonto in un altro punto panoramico, lo Yavapai, dove tra l’altro conosciamo anche una coppia di Chicago simpaticissima .

Nel complesso il Grand Canyon mi è piaciuto molto, è davvero enorme e come ho detto prima ti fa capire cosa la natura è in grado di fare.

Ma ancora non so cosa mi aspetta…il posto che davvero mi ha lasciata a bocca aperta…la Monument Valley!


 

seguici-su-facebook

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

PARCHI usaLAS VEGASMONUMENT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.