Londra - L'Electric Ballroom e la voglia di stare a piedi scalzi....

167968_492131368526_1352682_n

Il week end scorso abbiamo registrato una migrazione di massa verso Londra.

Luigi per festeggiare i suoi 28 anni (finalmente è nostro coetaneo, almeno per qualche mese…!!) ha organizzato un week end a Londra e organizzandoci per tempo siamo riusciti a spendere una cifra davvero ridicola per il volo aereo! Che bello sarebbe se per il compleanno di ognuno si decidesse sempre di andare in una città diversa!!!

Il sabato sera dopo aver festeggiato e pasteggiato al pub “The Albert” in Victoria Street, siamo andati tutti a ballare in un locale a Camden Town, l’ Electic Ballroom.

L’ingresso al locale è stato quanto mai “particolare”, neanche quando uno prende l’aereo fa tutti questi controlli!

All’inizio fuori dal locale due energumeni ti controllano la carta d’identità, per assicurarsi che hai più di 19 anni. Di questo li ringrazio immensamente, perché faccio finta che abbiano pensato che potessi essere minorenne 🙂

Arrivati alla porta d’ingresso, altri due energumeni ti si parano davanti richiedendoti la carta d’identità. E vabbè, facciamogli vedere di nuovo che siamo over 19….

Varcato il fatidico portone, ecco che un altro della sicurezza ti prende dalle mani la carta d’identità/passaporto (che non avevi ancora fatto in tempo a rimettere nella borsa) per passartelo allo scanner e far si che una mini foto tua vada a mettersi assieme ad altre centinaia di foto di altre persone che sono dentro il locale. Evvai tutti schedati!!

Finalmente i controlli della carta d’identità sono finiti, ma ecco che iniziano i controlli sulla persona: ad uno ad uno prima di arrivare alla cassa per pagare l’admission, veniamo ispezionati. Anche le borse passano al setaccio, e ci vengono sequestrate, indovinate un po’….le chewing gum!!!!

Hai presente quando all’ingresso dello stadio sequestrano gli accendini e di fianco alle cancellate si formano i mucchietti di accendini? Ecco, all’ingresso del club si formavano cumuli di pacchetti di chewing gum. Motivo? Perché la gente li butta per terra o li appiccica sotto i tavoli (cosi mi hanno spiegato!) . mah….

167575_492131578526_2276748_n

Comunque alla fine dopo tutte queste prove ce l’abbiamo fatta e finalmente siamo entrati!!!

Siamo stati tra i pochi ad utilizzare il guardaroba, sarà anche perché qua la gente va mezza nuda in giro e quindi non ha ne cappotti né piumini né maglioncini da lasciare!!!

Devo ancora capire tra l’altro come fanno le ragazze ad andare in giro mezze nude, senza collant con una canottierina e una mini gonna…. Ma non hanno freddo???? E d’estate come si vestiranno???

Vabbè… comunque un dubbio enorme mi attanaglia: ma come cavolo fa una ragazza, oltre ad andare mezza nuda e non sentire freddo, a camminare a piedi scalzi??

È cosa tipica tra le donzelle londinesi infatti comprarsi scarpe con in media 18 cm di tacco, camminarci per un paio di minuti ad inizio serata, stufarsi e lamentarsi per il mal di piedi e di conseguenza levarsi le scarpe e camminare a piedi nudi (nudi!!! Neanche con calzini o collant, ma proprio a piedi nudi!!) non solo dentro i locali, ma in giro per la città come se niente fosse!!!

Sabato sera ne abbiamo vista una andare a piedi nudi per le scale della metropolitana… fate un po’ voi che piedino pulito che avrà avuto a fine serata!!!

sono ancora sconvolta per tutte queste donzelle a piedi nudi! il locale era piedno di dolci “figurine” con i loro piedini puliti camminare tranquillamente. tra l’altro non avevo in mano le scarpe ne le borse dove metterle… che saranno uscite direttamente da casa scalze???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.