Parigi musei e monumenti gratis

Parigi musei e monumenti gratis: ecco quando andare e dove per entrare gratuitamente nei musei e nei monumenti più belli della capitale francese

Parigi oltre ad essere una bellissima città in cui bisogna trascorrere almeno un week end, ha anche molti musei  e monumenti famosissimi che meritano assolutamente una visita.

I prezzi degli ingressi nei principali Musei e monumenti non sono certo economici (anche 15€ un ingresso), e se si vuole visitare tutti i musei più importanti, alla fine il budget ne risente!

Quindi ecco alcuni consigli su quando andare in questi musei GRATIS, per poter risparmiare qualcosa da investire così più felicemente in Crepes e Champagne!

Se siete poi under 26, sappiate che l’ingresso ai musei francesi è gratuito sempre, tutti i giorni!


MUSEO DEL LOUVRE

Con quasi 9 milioni di visitatori l’anno, il museo del Louvre è forse il museo più visitato e più famoso al mondo. Al suo interno sono ammirabili opere famosissime come la Gioconda di Leonardo, la Nike di Samotracia o Amore e Psiche del Canova. Immenso, con una collezione di oltre 380.000 pezzi, è impensabile visitarlo tutto neanche in una settimana, ma se ci si concentra sulle opere più imporanti, in una giornata si riesce a vedere molte cose.

L’ingresso al museo costa 15€, ma il Museo del Louvre è visitabile gratuitamente da tutti la prima domenica del mese, da Ottobre a Marzo, ed anche il 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia e festa nazionale della Francia.

E’ inoltre ad ingresso gratuito sempre per gli under 26 cittadini europei.


CENTRE POMPIDOU

Il Centro Pompidou ospita la più grande collezione di arte moderna e contemporanea d’Europa. Già tutta la sua struttura è in sè un’opera d’arte: il palazzo che ospita il Centro Pompidou venne costruito negli anni ’70 su progetto dell’italiano Renzo Piano e dell’inglese Richard Rogers. Si tratta di un’opera decisamente ‘originale’ in cui la struttura portante e gli elementi destinati al collegamento tra le diverse aree dell’edificio sono sistemate all’esterno dell’edificio stesso:così sulla facciata si trovano scale mobili e grossi tubi colorati, ognuno di essi contiene differenti elementi: il blu porta l’impianto di areazione, il verde i liquidi, il giallo i cavi elettrici e il rosso le vie di comunicazione.

All’interno del Centro ci si perde tra opere famosissime, da Chagall a Picasso, passando per Kandinsky e De Chirico, e senza tralasciare un’opera famosa quanto anche “discutibile”, e cioè l’orinatoio rovesciato di Duchamp (pensate che è stato definito una delle maggiori opere d’arte del XXesimo secolo…. bha).

L’ingresso al Centre Pompidou costa 14€, ma è gratuito ogni prima domenica del mese, e sempre per i cittadini EU under 26.


 MUSEE D’ORSAY

Il Museè d’Orsay è, assieme al Louvre, un must tra i musei da visitare a Parigi. Ospitato in una vecchia stazione ferroviaria, ospita al suo interno  le opere dei maggiori impressionisti.

Famosissima la bellissima “classe di danza” di Degas, o la “colazione sull’erba” di Manet. E poi Van Gogh, Renoir, Gaguin, Cezanne, Monet, Matisse…. insomma, c’è davvero da perdersi tra le sale di questo museo, che io ritengo ancora più bello del Louvre per via di queste opere bellissime e famosissime.

L’ingresso al museo costa 12€, ma è gratuito la prima domenica del mese per tutti, e gratuito sempre per i ragazzi under 26 cittadini EU.


ARC DE TRIOMPHE

L’arco di Trionfo è uno dei simboli della città di Parigi, assieme alla Tour Eiffel.

Oltre a rappresentare il simbolo della potenza militare francese all’epoca di Napoleone (fu commissionato da Napoleone stesso nel 1806), L’Arco di Trionfo è il più grande snodo veicolare del mondo in cui confluiscono ben 12 Avenue, che si possono ben ammirare dall’alto della sua terrazza, raggiungibile con 284 gradini.

La vista dall’alto ovviamente vale la piccola fatica, e si ha un panorama a 360 gradi di tutta la città. Noi durante il nostro weekend a Parigi ci siamo saliti al tramonto e abbiamo ammirato dall’alto anche la Tour Eiffel illuminata dalle sue tantissime lucine ad intermittenza.

Il costo della salita è di 12€ , ma è possibile salirci gratuitamente la prima domenica del mese, dal 1 novembre al 31 marzo.


REGGIA DI VERSAILLES

Simbolo della potenza e direi anche dell’egocentrismo del Re Sole, la Reggia di Versailles può essere definita come il luogo dove la sobrietà è bandita e dove la parola d’ordine è opulenza, sfarzo e ricchezza fuori dalle righe. Quando vado a Parigi cerco sempre di visitarla anche solo per metà giornata, perché è davvero bella ed i suoi giardini meritano anche essi una visita, soprattutto se il cielo è limpido e c’è un bel sole.

L’ingresso alla Reggia di Versailles costa 18€, ma è possibile accedervi gratuitamente la prima domenica del mese da novembre a marzo (invece l’accesso è gratuito sempre per gli under 26). Noi l’ultima volta che siamo stati a Versailles abbiamo usufruito dell’ingresso gratuito, essendo la prima domenica di febbraio… vi consiglio in caso di partire da Parigi presto e arrivare alla Reggi nella prima mattinata per evitare lunghissime code: noi pur arrivando intorno alle 10 di mattina, abbiamo fatto un’oretta di coda!


Questi sono i principali musei e monumenti che, pur essendo a pagamento, hanno un ingresso gratuito la prima domenica del mese.

Se poi avrete la fortuna di trascorrere a Parigi moltissimo tempo, o tornarci moltissime volte, sappiate che oltre a questi musei e monumenti, è possibile visitare gratis anche i seguenti luoghi:

  • MAISON DE VICTOR HUGO: La casa del grande scrittore francese è nell’elegante palazzo Rohan-Guéménée, situato nella bellissima Place des Vosges, cuore del quartiere del Marais. E’ ad ingresso gratuito tutti i giorni (da aprile 2018 a aprile 2019 sarà chiuso per ristrutturazione, date un occhio eventualmente al sito).

  • MUSEE’ DE L’ORANGERIE: all’interno di una antica serra d’aranci, questa galleria d’arte ospita quadri impressionisti tra cui anche alcuni Monet (le famose Nymphéas). L’ingresso è gratuito tutte le prime domeniche del mese, e sempre per gli under 26.

 


seguici-su-facebook

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

parigi insolita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.