Transiberiana: informazioni utili per pianificare il viaggio

Transiberiana: informazioni utili per pianificare il viaggio

Dopo avervi raccontato del mio viaggio fatto a settembre con la Transiberiana da Mosca a Vladivostock, ho ritenuto utile scrivere anche un piccolo post a parte con le informazioni utili ed i miei consigli spassionati su questo viaggio, in modo da potervi aiutare se anche voi volete organizzare questa bellissima esperienza in treno.

Ecco quindi alcune pillole di informazioni, alcune banali e altre non, che secondo me potrebbero servire a tutti voi!


Itinerario e tappe classiche – quali città fare e quanto fermarsi in ogni tappa:

  • Suggerirei di partire da Mosca, spezzare il viaggio a Novosibirsk oppure in un’altra città sulla Transiberiana nei suoi pressi, poi ovviamente fare una tappa ad Irkutsk e per finire Vladivostok.
  • Nella capitale a mio parere bisogna fermarsi 4 giorni almeno, mentre 2 giorni sono sufficienti a Novosibirsk (o altro avamposto nella Siberia), 4 giorni a Irkutsk, altri 2-3 giorni a Vladivostok.

Cosa Mangiare di tipico:

  • Le zuppe (borsch in primis), katlyieti, i ravioli (pelmeni), blinis, ma anche salmone e manzo.

Durata e Costo totale del viaggio:

  • Non meno di 15 giorni, per un costo complessivo sui 3000 euro, voli da/per l’Italia inclusi e transiberiana principalmente in prima classe.

Transiberiana – viaggiare in prima o seconda classe? Il mio parere:

  • il viaggio può essere fatto in prima, seconda e addirittura terza classe. Certo in seconda classe il viaggio sarebbe più autentico, ma visto che si tratta di restare anche 3 giorni sul treno, qualche comodità in più non guasta, quindi suggerirei prima classe.

Consigli spassionati e pratici :

  • Trattandosi di un viaggio particolare (anche interiore, introspettivo) la cosa che suggerirei decisamente è tanto spirito di adattamento. La Russia ha una cultura straordinaria, ma è molto lontana dalla nostra quotidianità, non solo nella lingua. E più ci si spinge ad Est, più questa differenza si fa netta.
  • Per il tipo di bagaglio, suggerirei un borsone morbido (sui treni i classici trolley rigidi sono gestibili più difficilmente)
  • Soffermarsi più a lungo nelle stazioni della metro a Mosca (autentici musei) e nelle stazioni dei treni nelle città (davvero affascinanti)

Cosa ho fatto che non rifarei in questo viaggio, cosa cambierei:

  • Rifarei tutto, stesse tappe, ma mi fermerei un paio di giorni in più ad Irkutsk e ne approfitterei per fare cosi un’escursione sul lago Baikal.

Cose da portare assolutamente nello zaino per questo viaggio:

  • Un frasario italiano-russo
  • Un secondo smartphone (per sim card supplementare da acquistare in Russia)
  • Ovviamente una fotocamera (con tanta memoria appresso!)
  • Giacca e abbigliamento pesante (l’umidità regna sovrana, e tanto per intenderci, a Irkutsk, il 24 settembre ho visto i primi fiocchi di neve)
  • Qualcosa di più pratico da indossare mentre si è sul treno
  • Musica e libri a volontà
  • Un taccuino su cui appuntarsi i tratti salienti del viaggio

 

Spero di avervi fatto venire la curiosità e la voglia di scoprire questa parte immensa di mondo con la Transiberiana, e se avete dubbi o domande lasciate pure un commento in fondo a questo post!

Angelo

 


seguici-su-facebook

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE QUESTI POST:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>